Gennaio 23, 2023 by Giulia Righetti 0 Comments

Bonus prima casa under 36

La legge di Bilancio 2023 ha prorogato l’agevolazione fiscale per l’acquisto della prima casa da parte dei giovani under 36 con ISEE sotto i 40.000 euro. La misura di sostegno mira a fornire un aiuto valido incentivando così i giovani nell’accesso alla proprietà immobiliare.

Vediamo insieme quali sono le procedure per beneficiare del bonus casa.

Come funziona il bonus sulla prima casa?

Il bonus prima casa under 36 è una misura prevista dalla Legge di Bilancio 2023 per incentivare l’acquisto di una casa da parte dei giovani al fine di contrastare il disagio giovanile. 

Il bonus è un’agevolazione fiscale rivolta ai giovani che spesso faticano ad accedere al mercato immobiliare per l’acquisto della prima abitazione. 

La misura da accesso alla garanzia sull’80% della quota capitale del mutuo necessario ad acquistare casa. In tal modo lo Stato si sostituisce ad altri garanti anche nel caso in cui il richiedente non sia una persona con un contratto a tempo indeterminato.

La normativa prevede che i beneficiari del bonus casa siano persone che non abbiano compiuto 36 anni di età e che intendano acquistare, costruire o ristrutturare la prima casa.

Il bonus prevede numerosi vantaggi tra cui: 

  • l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale;
  • in caso di acquisto soggetto ad IVA, il riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari al tributo corrisposto in relazione all’acquisto;
  • l’esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili ad uso abitativo;

Quali sono i requisiti per beneficiare del bonus prima casa?

I giovani con meno di 36 anni e con un ISEE non superiore 40.000 euro, che acquistano un’abitazione entro il 31 dicembre 2023, possono ottenere il bonus prima casa under 36

Per poter beneficiare del bonus è necessario soddisfare alcuni requisiti:

  • Occorre essere residenti in Italia al momento della richiesta della detrazione.  
  • Il beneficiario deve essere il proprietario dell’immobile e deve usarlo come abitazione principale;
  • ISEE sotto i 40.000 euro;
  • Il proprietario non deve possedere altre abitazioni nel medesimo territorio oppure altre case in Italia;
  • In caso di acquisto dell’immobile da parte di più persone, tutte le persone interessate devono soddisfare i requisiti previsti dalla legge;
  • Acquisto di un’abitazione dal 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2022 (se venisse confermata la proroga della legge di Bilancio 2023, fino al 31.12.2023)

Quali sono le spese ammissibili per il bonus prima casa under 36?

I giovani che acquistano la loro prima casa entro i 36 anni possono usufruire di un credito d’imposta pari al 19% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 8.000 euro.

Le spese per la costruzione o la ristrutturazione dell’immobile sono ammissibili nei limiti del tetto massimo di 96.000 euro.

Le spese ammissibili per il bonus prima casa sono:

  • spese notarili e di registrazione dell’atto d’acquisto;
  • spese per l’intermediazione immobiliare;
  • spese per gli oneri di urbanizzazione e per le tasse comunali, regionali o statali;

Va ricordato che si può accedere al bonus under 36 per l’acquisto di case che rientrano nelle agevolazioni prima casa. Sono esclusi gli immobili di lusso, le donazioni e le successioni. Sono invece ammessi gli acquisti avvenuti tramite asta giudiziaria.

Sei alla ricerca della tua prima abitazione? Noi di Immobiliare Peschiera ti seguiamo a 360 gradi nella ricerca della tua casa.

Il nostro team di professionisti offre servizi che vanno dai controlli preliminari all’assistenza post vendita, per garantire la completa soddisfazione delle aspettative ed esigenze dei nostri clienti.

Giulia Righetti
Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *